Il tempo che si allontana…

Il tempo che si allontana alle nostre spalle non ci rende il passato, l’ho fa suo e ci lascia i ricordi, allontanandosi porta con se i profumi, i colori di tutti i fiori del nostro giardino, il respiro di ciò

che abbiamo vissuto, amato, sofferto, gioito, gli umori del nostro mare, l’incanto della nostra vita. Davanti agli occhi abbiamo un tempo vuoto che aspetta d’essere riempito di ciò che siamo, di nuovi respiri, di nuove gioie e ricchezze, dei nostri ricordi divenuti in parte esperienze. Pensiamo spesso di essere figli della cultura, della conoscenza, delle tradizioni, della nostra stessa vita, in realtà siamo i genitori e dobbiamo educare, gestire, amare, donare al meglio queste nostre creazioni, questi valori che ci rendono umani, esseri che realizzano nel bene e nel male la propria storia con l’intelligenza donata da Dio. Cerchiamo di non amare ciò che brilla, ma amiamo ciò che illumina. Dio illumina, la natura illumina, l’universo illumina, la conoscenza illumina, anche l’uomo con profuse note del cuore può seminare musica d’incantesimi, illuminando il suo cammino

.

Precedente "Scusate sapite l'ammore ched'è?"